"Quando penso a tutti i libri che mi restano ancora da leggere, ho la certezza di essere ancora felice." Jules Redard

domenica 23 luglio 2017

UN GRUPPO PER LE NOSTRE VACANZE CULTURALI



Personalmente reputo il periodo di vacanza un'occasione per arricchire il proprio bagaglio culturale e di conoscenze del territorio. Durante l'anno siamo talmente presi da 1000 impegni, corse forsennate e quantaltro da non avere tempo per pensare e apprezzare la nostra storia, la natura e le bellezze nel mondo (e anche al di fuori della Terra).
Consiglio la lettura di codesto sito, a mio avviso molto appagante.
http://www.turismoculturale.org/viaggi.htm

Eccone la presentazione:
"Turismo Culturale Italiano opera nel vasto ed affascinante campo della valorizzazione del patrimonio storico-artistico-architettonico italiano ed internazionale, attraverso l'organizzazione e la promozione di iniziative, servizi ed eventi rivolti alla fruizione della "Cultura". Le attività proposte sono organizzate da Turismo Culturale Italiano srl, tour operator."
Buon viaggio
Rosa Maria

sabato 22 luglio 2017

Space X, Elon Musk rilancia: "Su Marte con un mezzo più grande"





ELON Musk manda in soffitta le sonde marziane. Ma certo non il progetto di sbarcare sul pianeta rosso. Il vulcanico businessman, fondatore di PayPal, Hyperloop, Tesla e una quantità di altre società che stanno costruendo il futuro, ha fornito una serie di aggiornamenti sui suoi piani di esplorazione spaziale nel corso di una conferenza a Washington D.C. Il suo gruppo, quello Space X che con i Falcon 9  sta rivoluzionando il rapporto con lo spazio, mollerà il progetto delle capsule Dragon destinate proprio all’approdo su Marte, inizialmente previsto per il 2020.

Space X, Elon Musk rilancia: "Su Marte con un mezzo più grande" - Repubblica.it

venerdì 21 luglio 2017

TUTTI GLI EBOOK NEWTON COMPTON A 0,99 EURO


su https://www.ibs.it/
Emma Chase, Franco Matteucci, Stuart MacBride, Marcello Simoni, Simon Scarrow, Anna Premoli, Dinah Jefferies, Alessandra Carnevali, Jessica Clare, Cassandra Rocca...Tutti gli oltre 2.800 eBook Newton Compton sono in offerta a 0,99 euro.
Fino alla mezzanotte di stasera!

giovedì 20 luglio 2017

Marte: la NASA scopre "squame di drago" sulla superficie del pianeta rosso


Questo paesaggio marziano catturato dal MRO non combacia con quelli precedentemente apparsi nelle immagini di rover e sonde. Ha piuttosto qualcosa di inedito, nei colori e nel soggetto. Il modello interessante della superficie marziana proviene, secondo gli scienziati, da antiche interazioni tra le rocce della superficie di Marte e l’acqua, le quali hanno interessato un lungo processo di erosione. “La natura dell’acqua responsabile della modifica e del modo in cui interagiva con la roccia fino a formare il fango è qualcosa per cui si sta ancora studiando e di cui ancora poco si conosce”, ha detto la NASA.

Marte: la NASA scopre "squame di drago" sulla superficie del pianeta rosso

martedì 18 luglio 2017

AMBIENTEMARE





Nata nel 1993, l'associazione ha come scopo la conservazione e la tutela dell'ambiente marino, l'educazione al rispetto degli ecosistemi, l'utilizzo sostenibile del mare, la sensibilizazione dell'opinione pubblica al fine di concretizzare gli sforzi per una migliore gestione delle risorse naturali.
Per informazioni:

domenica 16 luglio 2017

TEMPESTA MAGNETICA IN ATTO




Cari Amici,
sperando di fare cosa gradita vi inviamo l'immagine del Sole di 
quest'oggi con in evidenza, in alto a sinistra, la macchia n. 2665 
responsabile della tempesta magnetica, per fortuna di moderata 
intensità, che sta colpendo in queste ore il nostro pianeta casuando 
aurore boreali visibili anche dalle latitudini della Nuova Zelanda.

L'immagine è stata ripresa quest'oggi, alle ore 12h 26m, da Marina Costa 
dell'Osservatorio Astronomico del Righi tramite il telescopio Nexstar 11 
dell'Osservatorio e una camera ASI 120MM, elaborazione Avistacks.

Cordiali saluti e cieli sereni

Walter Riva
Osservatorio Astronomico del Righi

Un alluce di legno fra le protesi più antiche del mondo -



Svelati i segreti di una delle protesi piu' antiche del mondo, un alluce di legno appartenuto alla figlia di un sacerdote egizio vissuta quasi 3.000 anni fa. Il reperto, trovato in una tomba vicino a Luxor e conservato al Museo egizio del Cairo, e' stato analizzato con le piu' moderne tecniche di indagine scientifica dai ricercatori dell'Universita' di Basilea e Zurigo, che sono cosi' riusciti a scoprire i suoi segreti di fabbricazione.
Un alluce di legno fra le protesi più antiche del mondo - News - ANSA.it